CONTRIBUTI FINO AL 60% PER NUOVI INVESTIMENTI GAL PICENO
Beneficiari:
A chi si rivolge il Bando ? Sono beneficiarie del bando microimprese da costituire o già esistenti che svolgono attività ricomprese in tutti i settori, ad esclusione delle attività agrituristiche e attività agricole. Sono territori identificati dal GAL Piceno: - PIL Montagne del Piceno: Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Comunanza, Montegallo, Montemonaco, Roccafluvione. Capofila: Roccafluvione. - PIL Calanchi e Monte dell’Ascensione: Appignano Del Tronto, Castignano, Cossignano, Force, Montedinove, Offida, Palmiano, Rotella, Venarotta. Capofila: Castignano. - PIL Borghi Ospitali dal mare alle Colline Picene: Carassai, Cupramarittima, Massignano, Montalto delle Marche, Montefiore dell'Aso, Ripatransone. Capofila: Montefiore dell'Aso.
Scadenza:
Qual'è la scadenza prevista per la presentazione delle agevolazioni? Le domande sono presentabili fino al 15 ottobre 2019.
Categoria:
Artigianato,Commercio,Industria,Turismo
Stato di Occupazione:
Tutti
Misura del Contributo:
Quali agevolazioni sono ottenibili ? Contributi in conto capitale pari a: - 50% sul costo ammissibile delle opere edili, impianti e spese generali; - 40% del costo delle dotazioni (arredi, attrezzature, strumenti, autoveicoli, ecc.). Si prevede la concessione del contributo maggiorato del 10%, limitatamente agli interventi realizzati sul territorio dei comuni ricadenti nel cratere del sisma: - 60% sul costo ammissibile delle opere edili, impianti e spese generali; - 50% del costo delle dotazioni (arredi, attrezzature, strumenti, ecc.). E' prevista una soglia massima di contributo pari ad € 100.000.
Interventi ammessi:
Quali sono le spese ammissibili? Sono spese ammissibili investimenti strutturali da parte di imprese, per lo sviluppo delle attività in grado di fornire i seguenti servizi, nel rispetto dei requisiti previsti dalle specifiche leggi: a) Servizi nel settore dell’accoglienza e del turismo finalizzati a migliorare la qualità delle strutture turistiche delle aree rurali, ad aumentarne le tipologie di offerta, a diversificare le forme di ospitalità sul territorio; b) Servizi di guida ed informazione finalizzati alla fruibilità di musei, beni culturali, artigianali e agroalimentari; e spazi espositivi, tramite la presenza di personale specializzato in grado di garantire l’apertura dei beni e fornire le informazioni necessarie, compresa la possibilità di elaborare attività didattiche ed educative per adulti e bambini; c) Servizi di guida ed accompagnamento nella visita turistica di beni paesaggistici, riserve, parchi ed altri elementi naturali rilevati a livello nazionale o locale, compresa la possibilità di elaborare attività didattiche ed educative per adulti e bambini; d) Servizi di digitalizzazione e informatizzazione dedicati ai beni storici, culturali, naturali e paesaggistici per una migliore conoscenza del patrimonio dell’area di interesse e come supporto alle attività di guida ed informazione; e) Servizi per allestimenti di esposizioni e performance nelle arti teatrali, visive, musicali, ecc.; f) Servizi sociali e assistenziali come le attività di riabilitazione e integrazione sociale rivolte prevalentemente ad anziani e soggetti con disabilità, ma anche ad altri soggetti con situazione di svantaggio; g) Servizi educativi e didattici per attività ludiche e di aggregazione destinati a diverse fasce di età e di formazione; h) Servizi innovativi inerenti le attività informatiche e le tecnologie di informazione e comunicazione a supporto della popolazione e delle imprese sul territorio.
Descrizione:

GAL Piceno

Contributi a fondo perduto fino al 60% per investimenti strutturali da parte delle microimprese

Contributi Marche ® All Rights Reserved - Tel: 0722.36.25.33 -per le province di PESARO - ANCONA - MACERATA - ASCOL I - FERMO - P.I. 02404840411